Rendere gli zigomi più femminili

L′iter di femminilizzazione richiede le modifiche di alcuni tratti somatici tra cui la modifica degli zigomi

La regione zigomatica è un importante elemento di distinzione tra uomo e donna e sono oggetto della chirurgia di femminilizzazione.

Gli zigomi maschili si differenziano dagli zigomi femminili: nel maschio lo zigomo è più piatto e di maggiore superficie, mentre nella donna è più piccolo ma più sporgente (ha quindi maggiore proiezione).

Le caratteristiche estetiche dello zigomo sono importanti anche per definire la regione della guancia e quella palpebrale.

Uno zigomo sporgente, come è quello femminile, migliora l′aspetto di tutto il volto e previene lo scivolamento verso il basso dei tessuti, tipico dell′invecchiamento.

La femminilizzazione degli zigomi, una delle procedure di chirurgia transessuale più praticata, prevede l′aumento della loro proiezione con 2 procedure:
  • con fillers (acido ialuronico ad alta densità, idrossiapatite di calcio nota come coaptite) se l′aumento di volume e di proiezione necessario è modesto;
  • con le protesi zigomatiche qualora l′aumento della sporgenza richiesto sia più consistente
L′aumento di volume zigomatico con fillers è una procedura ambulatoriale, indolore.

L′impianto di protesi zigomatiche si effettua con un intervento chirurgico in anestesia locale con sedazione e richiede qualche giorno di convalescenza.
Nel post-operatorio (che non è doloroso) sono presenti, in maniera non eccessiva, lividi e gonfiore.

In altri casi se lo zigomo presenta caratteristiche di volume e proiezione compatibili con il viso femminile, necessita solo di essere modellato.

In questo caso la femminilizzazione degli zigomi si basa su un recontouring zigomatico: un intervento che si effettua in anestesia locale con sedazione ed è poco invasivo.

Dott. Enrico Dondè | Rinoplastica e Chirurgia Estetica del Viso

Rendere gli zigomi più femminili

L′iter di femminilizzazione richiede le modifiche di alcuni tratti somatici tra cui la modifica degli zigomi

La regione zigomatica è un importante elemento di distinzione tra uomo e donna e sono oggetto della chirurgia di femminilizzazione.

Gli zigomi maschili si differenziano dagli zigomi femminili: nel maschio lo zigomo è più piatto e di maggiore superficie, mentre nella donna è più piccolo ma più sporgente (ha quindi maggiore proiezione).

Le caratteristiche estetiche dello zigomo sono importanti anche per definire la regione della guancia e quella palpebrale.

Uno zigomo sporgente, come è quello femminile, migliora l′aspetto di tutto il volto e previene lo scivolamento verso il basso dei tessuti, tipico dell′invecchiamento.

La femminilizzazione degli zigomi, una delle procedure di chirurgia transessuale più praticata, prevede l′aumento della loro proiezione con 2 procedure:
  • con fillers (acido ialuronico ad alta densità, idrossiapatite di calcio nota come coaptite) se l′aumento di volume e di proiezione necessario è modesto;
  • con le protesi zigomatiche qualora l′aumento della sporgenza richiesto sia più consistente
L′aumento di volume zigomatico con fillers è una procedura ambulatoriale, indolore.

L′impianto di protesi zigomatiche si effettua con un intervento chirurgico in anestesia locale con sedazione e richiede qualche giorno di convalescenza.
Nel post-operatorio (che non è doloroso) sono presenti, in maniera non eccessiva, lividi e gonfiore.

In altri casi se lo zigomo presenta caratteristiche di volume e proiezione compatibili con il viso femminile, necessita solo di essere modellato.

In questo caso la femminilizzazione degli zigomi si basa su un recontouring zigomatico: un intervento che si effettua in anestesia locale con sedazione ed è poco invasivo.

Dott. Enrico Dondè | Rinoplastica e Chirurgia Estetica del Viso
Torna su