Ricostruzione del setto nasale con la settoplastica extracorporea
Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "cookie policy" nella sezione "Altro" del sito.
Cliccando su Ok in questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui e consulta l’Informativa
OK

Ricostruzione del setto nasale con la settoplastica extracorporea

La chirurgia del setto nasale nei casi complicati

Ricostruzione del setto nasale: la settoplastica extracorporea.

Le deformità e deviazione del setto nasale sono una frequente causa di ostruzione nasale (naso chiuso).
Le cause più frequenti sono congenite e traumatiche.
La deviazione/deformità del setto nasale può essere isolata e confinata solo ad una porzione del setto nasale; altre volte interessa le porzioni più periferiche del setto nasale stesso creando delle distorsioni di forma della piramide nasale (il naso “esterno”, cioè quello che ha una valenza estetica).
Nel primo caso è frequente osservare una situazione ottima dal punto di vista estetico, perchè la deviazione del setto nasale è solo nella parte “interna”.
Nel secondo caso invece, anche il naso “esterno” presenta delle anomalie: storto, deviato verso un lato, con convessità laterale, con la punta troppo ruotata verso l’alto o con la punta cadente, con il naso insellato o con una gobba,…
Tra le varie combinazioni di deformità interna /esterna vi è poi una situazione frequente : la deformità del setto nasale a livello della valvola nasale.
Può accompagnarsi a due situazioni: naso esterno perfettamente normale oppure deformità che riguarda la parte inferiore, in prossimità della punta.
La valvola nasale interna è il punto più ristretto del passaggio d’aria nel naso: una piccola ostruzione (modesta deviazione del setto nasale) è in grado di creare un grosso problema respiratorio.

La deviazione/deformità del setto nasale che crea problemi respiratori è risolvibile con la chirurgia, non ci sono altre alternative di terapia.

L’intervento, chiamato settoplastica, è di solito una procedura chirurgica semplice, se non vi sono deformità del naso esterno associate.
Si esegue in anestesia locale/anestesia locale con sedazione/ anestesia generale secondo diverse variabili da valutare per ciascun paziente; ha una durata di 20-30 minuti, non richiede ricovero, ma solo qualche ora di osservazione post-operatoria e soprattutto NON SI APPLICANO I TAMPONI.

Quando invece è coinvolto anche il naso esterno è necessario correggerne la struttura, per renderlo rettilineo (RINOSETTOPLASTICA) .
Qui la sola settoplastica non è sempre risolutiva: il naso esterno in questi casi ha una valenza funzionale (respiratoria), non solo estetica.
Correggere solo il setto nasale e lasciare il naso esterno deforme può, alcune volte, non essere risolutivo.
Questo spiega la lamentela di alcuni pazienti che non hanno ottenuto benefici dalla settoplastica.

 

La ricostruzione del setto nasale con la settoplastica extracorporea.

In alcuni casi, soprattutto dopo importanti traumi, le deformità del naso (sia interno che esterno) sono molto complesse e le normali manovre chirurgiche (settoplastica / rinosettoplastica) non consentono il riallinemanto.
In questi casi si impiega la settoplastica extracorporea.

In che cosa consiste?

Nel prelevare tutta la cartilagine del setto nasale (cartilagine quadrangolare) dopo aver creato i necessari accessi chirurgici.
La cartilagine quadrangolare costituisce la parte anteriore dl setto nasale ed è il sostegno fondamentale della piramide nasale (naso esterno).
Questa cartilagine viene modellata sul banco operatorio, come in un collage, avvalendosi di suture, di innesti di altra cartilagine (prevalentemente auricolare) o di osso (dalla teca cranica).
Dopo aver raggiunto l’obiettivo di una ricostruzione settale rettilinea, questa viene reimpiantata e fissata alle alte strutture del naso per ricostruirne la solidità.
La settoplastica extracorporea è una procedura chirurgica complessa, ma che dà molte soddisfazioni al paziente, sia in termini funzionali (respirazione) che estetici.

 

Ricostruzione del setto nasale con la settoplastica extracorporea

La chirurgia del setto nasale nei casi complicati

Ricostruzione del setto nasale: la settoplastica extracorporea.

Le deformità e deviazione del setto nasale sono una frequente causa di ostruzione nasale (naso chiuso).
Le cause più frequenti sono congenite e traumatiche.
La deviazione/deformità del setto nasale può essere isolata e confinata solo ad una porzione del setto nasale; altre volte interessa le porzioni più periferiche del setto nasale stesso creando delle distorsioni di forma della piramide nasale (il naso “esterno”, cioè quello che ha una valenza estetica).
Nel primo caso è frequente osservare una situazione ottima dal punto di vista estetico, perchè la deviazione del setto nasale è solo nella parte “interna”.
Nel secondo caso invece, anche il naso “esterno” presenta delle anomalie: storto, deviato verso un lato, con convessità laterale, con la punta troppo ruotata verso l’alto o con la punta cadente, con il naso insellato o con una gobba,…
Tra le varie combinazioni di deformità interna /esterna vi è poi una situazione frequente : la deformità del setto nasale a livello della valvola nasale.
Può accompagnarsi a due situazioni: naso esterno perfettamente normale oppure deformità che riguarda la parte inferiore, in prossimità della punta.
La valvola nasale interna è il punto più ristretto del passaggio d’aria nel naso: una piccola ostruzione (modesta deviazione del setto nasale) è in grado di creare un grosso problema respiratorio.

La deviazione/deformità del setto nasale che crea problemi respiratori è risolvibile con la chirurgia, non ci sono altre alternative di terapia.

L’intervento, chiamato settoplastica, è di solito una procedura chirurgica semplice, se non vi sono deformità del naso esterno associate.
Si esegue in anestesia locale/anestesia locale con sedazione/ anestesia generale secondo diverse variabili da valutare per ciascun paziente; ha una durata di 20-30 minuti, non richiede ricovero, ma solo qualche ora di osservazione post-operatoria e soprattutto NON SI APPLICANO I TAMPONI.

Quando invece è coinvolto anche il naso esterno è necessario correggerne la struttura, per renderlo rettilineo (RINOSETTOPLASTICA) .
Qui la sola settoplastica non è sempre risolutiva: il naso esterno in questi casi ha una valenza funzionale (respiratoria), non solo estetica.
Correggere solo il setto nasale e lasciare il naso esterno deforme può, alcune volte, non essere risolutivo.
Questo spiega la lamentela di alcuni pazienti che non hanno ottenuto benefici dalla settoplastica.

 

La ricostruzione del setto nasale con la settoplastica extracorporea.

In alcuni casi, soprattutto dopo importanti traumi, le deformità del naso (sia interno che esterno) sono molto complesse e le normali manovre chirurgiche (settoplastica / rinosettoplastica) non consentono il riallinemanto.
In questi casi si impiega la settoplastica extracorporea.

In che cosa consiste?

Nel prelevare tutta la cartilagine del setto nasale (cartilagine quadrangolare) dopo aver creato i necessari accessi chirurgici.
La cartilagine quadrangolare costituisce la parte anteriore dl setto nasale ed è il sostegno fondamentale della piramide nasale (naso esterno).
Questa cartilagine viene modellata sul banco operatorio, come in un collage, avvalendosi di suture, di innesti di altra cartilagine (prevalentemente auricolare) o di osso (dalla teca cranica).
Dopo aver raggiunto l’obiettivo di una ricostruzione settale rettilinea, questa viene reimpiantata e fissata alle alte strutture del naso per ricostruirne la solidità.
La settoplastica extracorporea è una procedura chirurgica complessa, ma che dà molte soddisfazioni al paziente, sia in termini funzionali (respirazione) che estetici.

 

Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Torna su