Terapia della sindrome del naso vuoto con cellule staminali e PRP
Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "cookie policy" nella sezione "Altro" del sito.
Cliccando su Ok in questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui e consulta l’Informativa
OK

Curare la sindrome del naso vuoto con le cellule staminali

L′associazione di fattori di crescita piastrinici e cellule staminali adipose consente di stimolare la rigenerazione delle mucose nasali nei pazienti affetti da ENS


Grazie alla possibilità di abbinare il trattamento a base di fattori di crescita piastrinici (PRP dall′acronimo di Platelet Rich Plasma) con l'uso cellule staminali contenute nel tessuto adiposo la terapia della sindrome del naso vuoto (empty nose syndrome o ENS) fa un ulteriore passo in avanti.

La terapia consiste nell'abbinamento tra fattori di crescita piastrinici (platelet grow factors) e cellule staminali mesenchimali ottenute dal tessuto adiposo del paziente prelevato, mediante una piccola lipoaspirazione in anestesia locale, da addome/glutei/fianchi del paziente.

Il tessuto adiposo prelevato viene centrifugato e purificato e successivamente unito al PRP: si ottiene così un composto denominato PRL (Platelet-Rich Lipotransfer), che verrà iniettato nella mucosa nasale allo scopo di stimolare la rigenerazione dei turbinati, della parete laterale del naso e delle altre aree atrofiche delle cavità nasali.

Il trattamento della sindrome del naso vuoto con PRL rappresenta, rispetto al semplice PRP, un passo avanti per la cura dell'ENS grazie alla presenza delle cellule staminali del tessuto adiposo che vanno a stimolare la rigenerazione della mucosa nasale.

La terapia della sindrome del naso vuoto con cellule staminali adipose e fattori di crescita piastrinici contenuti nel PRL viene effettuata in day hospital, in anestesia locale con lieve sedazione ed è preferibile uno schema di 4 trattamenti il primo anno seguiti da 2 trattamenti/anno negli anni successivi.

Dr. Enrico Dondè | Esperto in medicina rigenerativa per la cura della sindrome del naso vuoto

Curare la sindrome del naso vuoto con le cellule staminali

L′associazione di fattori di crescita piastrinici e cellule staminali adipose consente di stimolare la rigenerazione delle mucose nasali nei pazienti affetti da ENS


Grazie alla possibilità di abbinare il trattamento a base di fattori di crescita piastrinici (PRP dall′acronimo di Platelet Rich Plasma) con l'uso cellule staminali contenute nel tessuto adiposo la terapia della sindrome del naso vuoto (empty nose syndrome o ENS) fa un ulteriore passo in avanti.

La terapia consiste nell'abbinamento tra fattori di crescita piastrinici (platelet grow factors) e cellule staminali mesenchimali ottenute dal tessuto adiposo del paziente prelevato, mediante una piccola lipoaspirazione in anestesia locale, da addome/glutei/fianchi del paziente.

Il tessuto adiposo prelevato viene centrifugato e purificato e successivamente unito al PRP: si ottiene così un composto denominato PRL (Platelet-Rich Lipotransfer), che verrà iniettato nella mucosa nasale allo scopo di stimolare la rigenerazione dei turbinati, della parete laterale del naso e delle altre aree atrofiche delle cavità nasali.

Il trattamento della sindrome del naso vuoto con PRL rappresenta, rispetto al semplice PRP, un passo avanti per la cura dell'ENS grazie alla presenza delle cellule staminali del tessuto adiposo che vanno a stimolare la rigenerazione della mucosa nasale.

La terapia della sindrome del naso vuoto con cellule staminali adipose e fattori di crescita piastrinici contenuti nel PRL viene effettuata in day hospital, in anestesia locale con lieve sedazione ed è preferibile uno schema di 4 trattamenti il primo anno seguiti da 2 trattamenti/anno negli anni successivi.

Dr. Enrico Dondè | Esperto in medicina rigenerativa per la cura della sindrome del naso vuoto
Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Torna su