Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "cookie policy" nella sezione "Altro" del sito.
Cliccando su Ok in questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui e consulta l’Informativa
OK
Chiudi menu
Rinoplastica estetica
Rinoplastica funzionale
Rinofiller - Rinoplastica non chirurgica

Blefaroplastica

La Blefaroplastica è l’intervento di chirurgia estetica delle palpebre.

Obiettivi:

  • distendere la pelle delle palpebre
  • migliorare lo sguardo appesantito dagli anni, dallo stress, da un stile di vita sbilanciato
chirurgia-plastica-blefaroplastica-uomo-donna-comp.jpg
chirurgia-plastica-blefaroplastica-uomo-donna-comp.jpg
L’invecchiamento cutaneo delle palpebre produce un rilassamento dei tessuti molli intorno agli occhi che interessa anche il setto orbitario, la struttura di contenzione del tessuto adiposo che si trova intorno all’occhio.

Ne risulta una sorta di “prolasso”, che si rende evidente con le classiche “borse” delle palpebre inferiori.

L’invecchiamento palpebrale risente di un fattore ereditario ed è inoltre accentuato dall’eccessiva esposizione solare (photoaging) ed è molto sensibile allo stile di vita.
blefaroplastica-tessuto-sub-orbicolare.jpg Oltre alla palpebre si possono manifestare anche segni dell’invecchiamento nelle aree immediatamente vicine, in particolare:
  • Il sopracciglio che si abbassa, accentuando l’accumulo di cute della palpebra superiore. Talvolta questo eccesso può offuscare o chiudere il campo visivo nella parte superiore.La discesa (ptosi) del sopracciglio verso il basso (ptosi) è l’elemento estetico che più di tutto caratterizza uno sguardo triste, preoccupato, arcigno. E’ un piccolo dettaglio, spesso inosservato, ma dal grande valore comunicativo.
  • Il contorno orbitario inferiore, che corrisponde alla zona delle occhiaie, che si svuota per la discesa (ptosi) del tessuto adiposo normalmente presente (grasso sub-orbicolare, come indicato nel disegno qui sopra).
  • Lo zigomo, per la discesa del tessuto adiposo che ricopre l’eminenza osea (“malar fat pad”).
blefaroplastica-tessuto-sub-orbicolare.jpg
Oltre alla palpebre si possono manifestare anche segni dell’invecchiamento nelle aree immediatamente vicine, in particolare:
  • Il sopracciglio che si abbassa, accentuando l’accumulo di cute della palpebra superiore. Talvolta questo eccesso può offuscare o chiudere il campo visivo nella parte superiore.La discesa (ptosi) del sopracciglio verso il basso (ptosi) è l’elemento estetico che più di tutto caratterizza uno sguardo triste, preoccupato, arcigno. E’ un piccolo dettaglio, spesso inosservato, ma dal grande valore comunicativo.
  • Il contorno orbitario inferiore, che corrisponde alla zona delle occhiaie, che si svuota per la discesa (ptosi) del tessuto adiposo normalmente presente (grasso sub-orbicolare, come indicato nel disegno qui sopra).
  • Lo zigomo, per la discesa del tessuto adiposo che ricopre l’eminenza osea (“malar fat pad”).
blefaroplastica-donna-uomo-milano.jpg

La blefaroplastica corregge le rughe e l’eccesso di pelle delle palpebre superiori, le rughe e le “borse” delle palpebre inferiori.


L’intervento di blefaroplastica può riguardare solo le palpebre superiori, oppure solo le palpebre inferiori, o tutte quattro (blefaroplastica completa).

Nel caso di una semplice blefaroplastica superiore si esegue solo l’anestesia locale, negli altri casi l’anestesia locale con sedazione.

Blefaroplastica superiore + Lifting del sopracciglio: l'abbinamento ideale per un risultato soddisfacente


Alla blefaroplastica superiore può essere associato il lifting del sopracciglio, per ottimizzarne il successo.
Dalla combinazione dei due interventi si ottiene uno sguardo più aperto, più giovane ed un aspetto (comunicazione non verbale) più dinamico.
E’ molto semplice realizzare i due interventi nella stessa sessione, ma spesso viene praticata solo la blefaroplastica superiore, con una soddisfazione non completa dei pazienti. Durante la visita è altrettanto semplice far notare ai pazienti il ruolo del sopracciglio abbassato nell’estetica complessiva dello sguardo e consigliarlo di conseguenza.

Blefaroplastica inferiore: l'intervento che toglie occhiaie e borse sotto gli occhi


La blefaroplastica inferiore è più spesso effettuata in anestesia locale con sedazione e permette di distendere sia la cute che il muscolo sottostante (muscolo orbicolare dell’occhio).
L’effetto tensivo dei due piani è l’elemento fondamentale del ringiovanimento di tutta l’area sottostante l’occhio, dal notevole impatto di ringiovanimento.
E' così possibile risollevare il tessuto adiposo del contorno orbitario, eliminando l’antiestetico solco dell’occhiaia e risollevare il tessuto adiposo zigomatico, ripristinando il contorno voluminoso della “pomette”, tipico della gioventù.

Scheda dell'Intervento di Blefaroplastica

  • Le cicatrici della blefaroplastica si nascondono bene, nel solco palpebrale per la superiore e appena al di sotto delle ciglia nell’inferiore e non sono più visibili dopo 4 settimane.
  • L’intervento di esegue in day Surgery (dimissioni dopo poche ore dall’intervento, se utilizzata la sedazione) e il post-operatorio è caratterizzato da gonfiore e lividi da 8 a 15 giorni.
  • Dopo l’intervento NON sono necessari farmaci per il controllo del dolore.
.

Cosa NON risolve la blefaroplastica

L’intervento non correggere le rughe fini della pelle delle palpebre, per le quali è indicato il laser frazionato e non corregge le “zampe di gallina”, che vengono invece trattate, con successo, con la tossina botulinica (Botox).
Anche il gonfiore palpebrale non viene corretto dalla chirurgia e per questo problema non vi sono trattamenti, ma solo le accortezze dello stile di vita.
Il gonfiore palpebrale è molto sensibile allo stress, all’eccesso calorico, a certi cibi, ai carboidrati ad alto indice glicemico; viene inoltre peggiorato dal fumo, dall’alcool, dalle poche ore di sonno.

La blefaroplastica corregge le rughe e l’eccesso di pelle delle palpebre superiori, le rughe e le “borse” delle palpebre inferiori.

blefaroplastica-donna-uomo-milano.jpg

L’intervento di blefaroplastica può riguardare solo le palpebre superiori, oppure solo le palpebre inferiori, o tutte quattro (blefaroplastica completa).

Nel caso di una semplice blefaroplastica superiore si esegue solo l’anestesia locale, negli altri casi l’anestesia locale con sedazione.

Blefaroplastica superiore + Lifting del sopracciglio: l'abbinamento ideale per un risultato soddisfacente


Alla blefaroplastica superiore può essere associato il lifting del sopracciglio, per ottimizzarne il successo.
Dalla combinazione dei due interventi si ottiene uno sguardo più aperto, più giovane ed un aspetto (comunicazione non verbale) più dinamico.
E’ molto semplice realizzare i due interventi nella stessa sessione, ma spesso viene praticata solo la blefaroplastica superiore, con una soddisfazione non completa dei pazienti. Durante la visita è altrettanto semplice far notare ai pazienti il ruolo del sopracciglio abbassato nell’estetica complessiva dello sguardo e consigliarlo di conseguenza.

Blefaroplastica inferiore: l'intervento che toglie occhiaie e borse sotto gli occhi


La blefaroplastica inferiore è più spesso effettuata in anestesia locale con sedazione e permette di distendere sia la cute che il muscolo sottostante (muscolo orbicolare dell’occhio).
L’effetto tensivo dei due piani è l’elemento fondamentale del ringiovanimento di tutta l’area sottostante l’occhio, dal notevole impatto di ringiovanimento.
E' così possibile risollevare il tessuto adiposo del contorno orbitario, eliminando l’antiestetico solco dell’occhiaia e risollevare il tessuto adiposo zigomatico, ripristinando il contorno voluminoso della “pomette”, tipico della gioventù.

Scheda dell'Intervento di Blefaroplastica

  • Le cicatrici della blefaroplastica si nascondono bene, nel solco palpebrale per la superiore e appena al di sotto delle ciglia nell’inferiore e non sono più visibili dopo 4 settimane.
  • L’intervento di esegue in day Surgery (dimissioni dopo poche ore dall’intervento, se utilizzata la sedazione) e il post-operatorio è caratterizzato da gonfiore e lividi da 8 a 15 giorni.
  • Dopo l’intervento NON sono necessari farmaci per il controllo del dolore.
.

Cosa NON risolve la blefaroplastica

L’intervento non correggere le rughe fini della pelle delle palpebre, per le quali è indicato il laser frazionato e non corregge le “zampe di gallina”, che vengono invece trattate, con successo, con la tossina botulinica (Botox).
Anche il gonfiore palpebrale non viene corretto dalla chirurgia e per questo problema non vi sono trattamenti, ma solo le accortezze dello stile di vita.
Il gonfiore palpebrale è molto sensibile allo stress, all’eccesso calorico, a certi cibi, ai carboidrati ad alto indice glicemico; viene inoltre peggiorato dal fumo, dall’alcool, dalle poche ore di sonno.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
telefono
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
telefono
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
^