Ricostruzione setto nasale con materiale riassorbibile PDS | Rinoplastica non chirurgica | Dott. Enrico Dondè
Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "cookie policy" nella sezione "Altro" del sito.
Cliccando su Ok in questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui e consulta l’Informativa
OK
rinoplastica-no-chirurgia-per-ricostruzione-comp.jpg

Ricostruzione del naso mediante cartilagine e PDS

L′uso abbinato di polidiossanone (PDS) e cartilagine permette di risolvere deformità anche importanti del setto e della piramide nasale. La ricostruzione del setto nasale è un intervento chirurgico, talvolta complicato, che si esegue nei casi di deformità da trauma, per esiti di precedenti interventi chirurgici e quando la cartilagine residua non è sufficiente a ripristinare la normale anatomia del setto stesso.

Il PDS (polidiossanone) è un materiale riassorbibile, impiegato anche per produrre fili di sutura, disponibile in sotto forma di fogli di vario spessore impiegabile anche nella ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale.

Nella chirurgia nasale i fogli di PDS offrono un supporto affidabile e modificabile nella forma secondo le necessità, in grado di assumere il ruolo di base stabile: il che rende questi fogli impiegabili nella ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale.

Il foglio di PDS viene conformato secondo le necessità ricostruttive e diventa una sorta di telaio al quale fissare (con suture) le porzioni di cartilagine prelevate dal setto nasale o dal padiglione auricolare.

Le cartilagini impiegate con il PDS nella ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale possono essere:
  • deformi (se prelevate dal setto nasale);
  • naturalmente curvate (se provenienti dal padiglione auricolare).
Le cartilagini prelevate vengono scomposte, modellate per renderle il più possibile piane con la tecnica della settoplastica extracorporea e fissate al foglio di PDS sagomato ad hoc per il singolo caso. 

L′innesto composto da PDS e cartilagine viene inserito nella sua sede e fissato: in seguito verrà ricoperto dalla mucosa settale fino al suo completo assorbimento (circa 8 mesi) a cartilagine ormai già consolidata.

Essendo un materiale riassorbibile non crea complicanze a lungo termine tipiche degli impianti permanenti (non vi sono rischi d’infezione, estrusione, migrazione): questo rende la ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale con PDS esente da rischi d’intolleranza, allergia o rigetto.

L′uso di PDS per la permette di effettuare una ricostruzione del naso quando vi sono notevoli deformità del setto nasale che della piramide nasale: il che ha conseguenze sia dal punto estetico funzionale (alcune inestetismi sono associati anche a difficoltà respiratorie).

Con i fogli di PDS si limita l′estensione dell′intervento chirurgico nella ricostruzione setto nasale: spesso l′ausilio di questo materiale permette di evitare di prelevare cartilagine dal padiglione auricolare o dalle coste.

Nella mia personale esperienza utilizzo la tecnica ricostruttiva con PDS per:
  • ricostruzioni del setto nasale per grandi deformità
  • ricostruzioni settali per deviazioni o deformità residue dopo settoplastica
  • vistose deformità della piramide nasale con impatto estetico e funzionale
  • in casi di ricostruzioni nasali dove il foglio di PDS può evitare un intervento di prelievo cartilagineo (orecchio, coste)
  • rinoplastica secondaria dove il supporto settale è carente.

Ricostruzione del naso mediante cartilagine e PDS

L′uso abbinato di polidiossanone (PDS) e cartilagine permette di risolvere deformità anche importanti del setto e della piramide nasale.
rinoplastica-no-chirurgia-per-ricostruzione-comp.jpg
La ricostruzione del setto nasale è un intervento chirurgico, talvolta complicato, che si esegue nei casi di deformità da trauma, per esiti di precedenti interventi chirurgici e quando la cartilagine residua non è sufficiente a ripristinare la normale anatomia del setto stesso.

Il PDS (polidiossanone) è un materiale riassorbibile, impiegato anche per produrre fili di sutura, disponibile in sotto forma di fogli di vario spessore impiegabile anche nella ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale.

Nella chirurgia nasale i fogli di PDS offrono un supporto affidabile e modificabile nella forma secondo le necessità, in grado di assumere il ruolo di base stabile: il che rende questi fogli impiegabili nella ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale.

Il foglio di PDS viene conformato secondo le necessità ricostruttive e diventa una sorta di telaio al quale fissare (con suture) le porzioni di cartilagine prelevate dal setto nasale o dal padiglione auricolare.

Le cartilagini impiegate con il PDS nella ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale possono essere:
  • deformi (se prelevate dal setto nasale);
  • naturalmente curvate (se provenienti dal padiglione auricolare).
Le cartilagini prelevate vengono scomposte, modellate per renderle il più possibile piane con la tecnica della settoplastica extracorporea e fissate al foglio di PDS sagomato ad hoc per il singolo caso. 

L′innesto composto da PDS e cartilagine viene inserito nella sua sede e fissato: in seguito verrà ricoperto dalla mucosa settale fino al suo completo assorbimento (circa 8 mesi) a cartilagine ormai già consolidata.

Essendo un materiale riassorbibile non crea complicanze a lungo termine tipiche degli impianti permanenti (non vi sono rischi d’infezione, estrusione, migrazione): questo rende la ricostruzione del setto nasale o della piramide nasale con PDS esente da rischi d’intolleranza, allergia o rigetto.

L′uso di PDS per la permette di effettuare una ricostruzione del naso quando vi sono notevoli deformità del setto nasale che della piramide nasale: il che ha conseguenze sia dal punto estetico funzionale (alcune inestetismi sono associati anche a difficoltà respiratorie).

Con i fogli di PDS si limita l′estensione dell′intervento chirurgico nella ricostruzione setto nasale: spesso l′ausilio di questo materiale permette di evitare di prelevare cartilagine dal padiglione auricolare o dalle coste.

Nella mia personale esperienza utilizzo la tecnica ricostruttiva con PDS per:
  • ricostruzioni del setto nasale per grandi deformità
  • ricostruzioni settali per deviazioni o deformità residue dopo settoplastica
  • vistose deformità della piramide nasale con impatto estetico e funzionale
  • in casi di ricostruzioni nasali dove il foglio di PDS può evitare un intervento di prelievo cartilagineo (orecchio, coste)
  • rinoplastica secondaria dove il supporto settale è carente.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Torna su