Chiudi menu
Rinoplastica estetica
Rinoplastica funzionale
Rinofiller - Rinoplastica non chirurgica
Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "cookie policy" nella sezione "Altro" del sito.
Cliccando su Ok in questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui e consulta l’Informativa
OK

Setto Nasale: Interventi chirurgici per deviazioni e deformità

interventi-correzione-deformita-setto-nasale-comp.jpg
interventi-correzione-deformita-setto-nasale-comp.jpg

Che cos'è il setto nasale e a cosa serve?


Il setto nasale è una parete dello spessore di pochi millimetri che divide la cavità nasale in due fosse nasali distinte, ognuna delle quali ha inizio dalle narici.

In questo modo si creano due singoli passaggi di aria, una a destra ed uno a sinistra delimitati dal setto nasale stesso e dai turbinati.

L'aria inspirata entra da ciascuna narice e viene diretta verso le vie aeree più basse (gola, laringe, bronchi e polmoni).
Questi passaggi ristretti permettono all'aria inspirata di essere umidificata, filtrata e riscaldata.
operazione-chirurgica-per-setto-nasale-deviato-milano-comp.jpg

Le deformità e le deviazioni del setto nasale


Un setto nasale perfettamente rettilineo non è di frequente osservazione nella pratica clinica, ma modeste deformità/deviazioni sono compatibili con una buona respirazione.

In altri casi tali situazioni sono più marcate e causano ostruzione nasale.

Le cause di ostruzione del naso possono essere:

  • congenite
  • mal formative
  • traumatiche (anche i traumi da parto e gli innocui traumi infantili)

In alcuni casi la deviazione del setto nasale è l'unica causa di ostruzione respiratoria; più frequentemente tale condizione comporta una alterazione del flusso d'aria inspirata che si trasforma da laminare in turbolento e determina, dopo un certo tempo, l'ipertrofia dei turbinati inferiori (si configura il quadro della rinite meccanica).

Nei casi di deformità severe, si creano punti di contatto tra il setto stesso e i turbinati.
In questi punti di contatto la mucosa nasale è sede di una reazione pseudo-infiammatoria che è causa di dolori facciali e cefalea (Cefalea Rinogena).

In altri casi la deviazione del setto è associata anche a deformità della piramide nasale (parte più esterna ed "estetica" del naso).


La Terapia Chirurgica delle deviazioni e deformità del setto nasale


La deviazione/deformità del setto nasale è correggibile solo con la terapia chirurgica, in anestesia locale, locale con sedazione o generale (secondo il grado di deformità) in Day Hospital o con una notte di ricovero, senza l'utilizzo di tamponi nasali.

Nello stesso intervento si trattano eventuali altre situazioni patologiche associate (ipertrofia dei turbinati, deficit delle valvole nasali, polipi nasali).

Lo scopo della chirurgia è di ottenere una buona respirazione e diminuire i dolori facciali e la cefalea rinogena.

Nei casi di deformità del naso esterno associata è necessario trattare ambedue le strutture con una operazione chirurgica denominata Rinosettoplastica: si ottiene così un ottimo equilibrio tra estetica e funzione del naso.

In alcuni casi il setto nasale presenta deformità o deviazioni della parte dorsale, quella più alta, mentre la piramide nasale (la parte esterna, visibile del naso) è perfettamente dritta sull’asse mediano.
In queste situazioni non ci sono problemi di respirazione nasale, ma l’intervento deve necessariamente provvedere alla correzione della deformità del setto nasale, altrimenti si potrebbe deviare la piramide nasale durante la guarigione post-rinoplastica.

Questi sono i casi in cui alcune persone lamentano una laterodeviazione o una torsione della piramide nasale post-chirurgica, mentre prima dell’intervento il naso era perfettamente dritto in posizione mediana.


La perforazione del setto nasale


La perforazione settale (letteralmente un vero e proprio "buco" nel setto nasale) è la conseguenza di una sofferenza dei tessuti del setto nasale.

Le cause più frequenti della perforazione sono:

  • interventi chirurgici al setto nasale
  • ripetute causticazioni per epistassi
  • uso di cocaina e vasocostrittori nasali
  • esposizione professionale a sostanze tossico-irritanti (polveri di cemento, vetro e catrame; vapori di acido solforico, cromico e fluoridrico)
  • alcune malattie autoimmuni (Wegener, sarcoidosi, lupus eritematoso sistemico).

La perforazione settale altera il normale flusso laminare dell'aria inspirata creando dei vortici che provocano un caratteristico sibilo inspiratorio, secchezza della mucosa nasale, formazione di croste, sanguinamento, rischio di infezioni batteriche.

La cartilagine quadrangolare, che è interessata dalla perforazione, si indebolisce e non offre più un valido sostegno alla piramide nasale con conseguenti deformità estetiche.

Nei casi di perforazione sintomatica è consigliabile un intervento chirurgico riparativo. Si possono impiegare dei semplici otturatori (non sempre tollerati dai pazienti) oppure lembi muco-pericondrali e/o muco-periostei ricavati dalla stessa cavità nasale; a volte si ricorre agli autotrapianti (es. cartilagine auricolare o costale, fascia temporale).

La chiusura chirurgica di grandi perforazioni settali spesso porta a risultati parziali, anche se la riduzione del diametro del "buco" può ridurre i fastidiosissimi sintomi avvertiti dai pazienti. ).


L’intervento chirurgico in abbinamento con la Rinoplastica Estetica


Sono molti i casi in cui il paziente con problemi causati da deviazioni, deformità o perforazione del setto nasale, desidera modificare anche la forma del naso. Si procede quindi, nello stesso intervento, a combinare Rinoplastica per scopi Estetici con Rinoplastica Funzionale.
operazione-chirurgica-per-setto-nasale-deviato-milano-comp.jpg

Le deformità e le deviazioni del setto nasale


Un setto nasale perfettamente rettilineo non è di frequente osservazione nella pratica clinica, ma modeste deformità/deviazioni sono compatibili con una buona respirazione.

In altri casi tali situazioni sono più marcate e causano ostruzione nasale.

Le cause di ostruzione del naso possono essere:

  • congenite
  • mal formative
  • traumatiche (anche i traumi da parto e gli innocui traumi infantili)

In alcuni casi la deviazione del setto nasale è l'unica causa di ostruzione respiratoria; più frequentemente tale condizione comporta una alterazione del flusso d'aria inspirata che si trasforma da laminare in turbolento e determina, dopo un certo tempo, l'ipertrofia dei turbinati inferiori (si configura il quadro della rinite meccanica).

Nei casi di deformità severe, si creano punti di contatto tra il setto stesso e i turbinati.
In questi punti di contatto la mucosa nasale è sede di una reazione pseudo-infiammatoria che è causa di dolori facciali e cefalea (Cefalea Rinogena).

In altri casi la deviazione del setto è associata anche a deformità della piramide nasale (parte più esterna ed "estetica" del naso).


La Terapia Chirurgica delle deviazioni e deformità del setto nasale


La deviazione/deformità del setto nasale è correggibile solo con la terapia chirurgica, in anestesia locale, locale con sedazione o generale (secondo il grado di deformità) in Day Hospital o con una notte di ricovero, senza l'utilizzo di tamponi nasali.

Nello stesso intervento si trattano eventuali altre situazioni patologiche associate (ipertrofia dei turbinati, deficit delle valvole nasali, polipi nasali).

Lo scopo della chirurgia è di ottenere una buona respirazione e diminuire i dolori facciali e la cefalea rinogena.

Nei casi di deformità del naso esterno associata è necessario trattare ambedue le strutture con una operazione chirurgica denominata Rinosettoplastica: si ottiene così un ottimo equilibrio tra estetica e funzione del naso.

In alcuni casi il setto nasale presenta deformità o deviazioni della parte dorsale, quella più alta, mentre la piramide nasale (la parte esterna, visibile del naso) è perfettamente dritta sull’asse mediano.
In queste situazioni non ci sono problemi di respirazione nasale, ma l’intervento deve necessariamente provvedere alla correzione della deformità del setto nasale, altrimenti si potrebbe deviare la piramide nasale durante la guarigione post-rinoplastica.

Questi sono i casi in cui alcune persone lamentano una laterodeviazione o una torsione della piramide nasale post-chirurgica, mentre prima dell’intervento il naso era perfettamente dritto in posizione mediana.


La perforazione del setto nasale


La perforazione settale (letteralmente un vero e proprio "buco" nel setto nasale) è la conseguenza di una sofferenza dei tessuti del setto nasale.

Le cause più frequenti della perforazione sono:

  • interventi chirurgici al setto nasale
  • ripetute causticazioni per epistassi
  • uso di cocaina e vasocostrittori nasali
  • esposizione professionale a sostanze tossico-irritanti (polveri di cemento, vetro e catrame; vapori di acido solforico, cromico e fluoridrico)
  • alcune malattie autoimmuni (Wegener, sarcoidosi, lupus eritematoso sistemico).

La perforazione settale altera il normale flusso laminare dell'aria inspirata creando dei vortici che provocano un caratteristico sibilo inspiratorio, secchezza della mucosa nasale, formazione di croste, sanguinamento, rischio di infezioni batteriche.

La cartilagine quadrangolare, che è interessata dalla perforazione, si indebolisce e non offre più un valido sostegno alla piramide nasale con conseguenti deformità estetiche.

Nei casi di perforazione sintomatica è consigliabile un intervento chirurgico riparativo. Si possono impiegare dei semplici otturatori (non sempre tollerati dai pazienti) oppure lembi muco-pericondrali e/o muco-periostei ricavati dalla stessa cavità nasale; a volte si ricorre agli autotrapianti (es. cartilagine auricolare o costale, fascia temporale).

La chiusura chirurgica di grandi perforazioni settali spesso porta a risultati parziali, anche se la riduzione del diametro del "buco" può ridurre i fastidiosissimi sintomi avvertiti dai pazienti. ).


L’intervento chirurgico in abbinamento con la Rinoplastica Estetica


Sono molti i casi in cui il paziente con problemi causati da deviazioni, deformità o perforazione del setto nasale, desidera modificare anche la forma del naso. Si procede quindi, nello stesso intervento, a combinare Rinoplastica per scopi Estetici con Rinoplastica Funzionale.
interventi-chirurgia-funzionale-del-naso-comp.jpg

Dott. Enrico Dondè | Chirurgia Funzionale del naso

Mira al ripristino di una normale respirazione correggendo le patologie alla base dell’ostruzione nasale (naso chiuso):
  • ipertrofia dei turbinati
  • deformità del setto nasale
  • deviazione del setto nasale
  • deviazione della piramide nasale
  • disfunzione delle valvole nasali
  • poliposi naso-sinusale
  • perforazione del setto nasale
interventi-chirurgia-funzionale-del-naso-comp.jpg

Dott. Enrico Dondè | Chirurgia Funzionale del naso

Mira al ripristino di una normale respirazione correggendo le patologie alla base dell’ostruzione nasale (naso chiuso):
  • ipertrofia dei turbinati
  • deformità del setto nasale
  • deviazione del setto nasale
  • deviazione della piramide nasale
  • disfunzione delle valvole nasali
  • poliposi naso-sinusale
  • perforazione del setto nasale
Contatta il Dr. Enrico Dondè
telefono
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
telefono
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
^