Rinoplastica funzionale - ipertrofia dei turbinati
Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "cookie policy" nella sezione "Altro" del sito.
Cliccando su Ok in questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui e consulta l’Informativa
OK

Migliorare la respirazione con la chirurgia funzionale del naso

La rinoplastica non ha soltanto funzione estetica:serve a consentire al paziente di respirare meglio

Sebbene la chirurgia del naso s′indirizzi quasi sempre verso la rinoplastica estetica, molto spesso è necessario agire per via chirurgica anche per migliorare la respirazione nasale.

Per alcuni pazienti è necessario un miglioramento della funzione delle vie aeree senza produrre cambiamenti al profilo nasale: in questi casi si parla quindi di rinoplastica funzionale.

Tuttavia il caso più comune rimane quello della rinoplastica estetica abbinata alla chirurgia funzionale: alcune deformità del naso sono spesso associati a difficoltà respiratorie.

I sintomi d′ostruzione delle vie aeree sono diversi e comprendono:
  • la congestione nasale;
  • secchezza della bocca;
  • senso dell′olfatto ridotto;
  • epistassi;
  • infezioni ricorrenti del seno nasale ;
  • mal di testa ricorrenti;
  • disturbi del sonno.

Se non trattati questi sintomi possono dar luogo a manifestazioni più gravi come l′apnea ostruttiva del sonno e anche malattie cardiache.

Nella maggior parte dei casi la chirurgia nasale funzionale si esegue all′interno del naso stesso (è il caso della settoplastica, della riduzione dei turbinati e dell′eliminazione dei polipi nasali): in questo modo il chirurgo plastico non lascia cicatrici sul dorso del naso.

L′ingrossamento dei turbinati, fenomeno noto come ipertrofia dei turbinati, è la causa più comune d′ostruzione nasale, in particolare in pazienti affetti da allergie nasali di lunga data.

L′ipertrofia del turbinato inferiore si affronta con la rinoplastica funzionale: l′intervento prevede una parziale riduzione dei turbinati attraverso una procedura chirurgica molto semplice che consente di aumentare significativamente il flusso d′aria nasale.

I polipi nasali sono escrescenze che a volte ostacolano i passaggi nasali: nei casi lievi, la rimozione dei polipi nasali è semplice e consente al paziente un buon recupero in termini di respirazione.

Esistono altre forme più gravi d′ostruzione delle vie aeree nasali, le quali richiedono un trattamento chirurgico che si esegue all′esterno del quadro nasale.

L′esempio tipico è il collasso della valvola nasale: in nasi normali, quest′importantissima struttura quando è fisiologicamente integra crolla durante l′ispirazione profonda ma rimane aperta durante la normale respirazione nasale.

Tuttavia in nasi sottili, alterati da traumi o malattie il sostegno scheletrico è inadeguato e si assiste al collasso della valvola nasale: in questi casi è necessario sottoporsi a rinoplastica funzionale per non compromettere la funzionalità respiratoria.

La chirurgia oggi consente la rimozione delle ostruzioni nasali in maniera molto meno invasiva che in passato: è infatti possibile effettuare la riduzione dei turbinati, la rimozione dei polipi nasali e sottoporsi ad un intervento di ricostruzione della valvola nasale con un decorso post operatorio molto più ridotto rispetto a qualche anno fa.

Dott. Enrico Dondè | Rinoplastica e Chirurgia Estetica del Viso

Migliorare la respirazione con la chirurgia funzionale del naso

La rinoplastica non ha soltanto funzione estetica:serve a consentire al paziente di respirare meglio

Sebbene la chirurgia del naso s′indirizzi quasi sempre verso la rinoplastica estetica, molto spesso è necessario agire per via chirurgica anche per migliorare la respirazione nasale.

Per alcuni pazienti è necessario un miglioramento della funzione delle vie aeree senza produrre cambiamenti al profilo nasale: in questi casi si parla quindi di rinoplastica funzionale.

Tuttavia il caso più comune rimane quello della rinoplastica estetica abbinata alla chirurgia funzionale: alcune deformità del naso sono spesso associati a difficoltà respiratorie.

I sintomi d′ostruzione delle vie aeree sono diversi e comprendono:
  • la congestione nasale;
  • secchezza della bocca;
  • senso dell′olfatto ridotto;
  • epistassi;
  • infezioni ricorrenti del seno nasale ;
  • mal di testa ricorrenti;
  • disturbi del sonno.

Se non trattati questi sintomi possono dar luogo a manifestazioni più gravi come l′apnea ostruttiva del sonno e anche malattie cardiache.

Nella maggior parte dei casi la chirurgia nasale funzionale si esegue all′interno del naso stesso (è il caso della settoplastica, della riduzione dei turbinati e dell′eliminazione dei polipi nasali): in questo modo il chirurgo plastico non lascia cicatrici sul dorso del naso.

L′ingrossamento dei turbinati, fenomeno noto come ipertrofia dei turbinati, è la causa più comune d′ostruzione nasale, in particolare in pazienti affetti da allergie nasali di lunga data.

L′ipertrofia del turbinato inferiore si affronta con la rinoplastica funzionale: l′intervento prevede una parziale riduzione dei turbinati attraverso una procedura chirurgica molto semplice che consente di aumentare significativamente il flusso d′aria nasale.

I polipi nasali sono escrescenze che a volte ostacolano i passaggi nasali: nei casi lievi, la rimozione dei polipi nasali è semplice e consente al paziente un buon recupero in termini di respirazione.

Esistono altre forme più gravi d′ostruzione delle vie aeree nasali, le quali richiedono un trattamento chirurgico che si esegue all′esterno del quadro nasale.

L′esempio tipico è il collasso della valvola nasale: in nasi normali, quest′importantissima struttura quando è fisiologicamente integra crolla durante l′ispirazione profonda ma rimane aperta durante la normale respirazione nasale.

Tuttavia in nasi sottili, alterati da traumi o malattie il sostegno scheletrico è inadeguato e si assiste al collasso della valvola nasale: in questi casi è necessario sottoporsi a rinoplastica funzionale per non compromettere la funzionalità respiratoria.

La chirurgia oggi consente la rimozione delle ostruzioni nasali in maniera molto meno invasiva che in passato: è infatti possibile effettuare la riduzione dei turbinati, la rimozione dei polipi nasali e sottoporsi ad un intervento di ricostruzione della valvola nasale con un decorso post operatorio molto più ridotto rispetto a qualche anno fa.

Dott. Enrico Dondè | Rinoplastica e Chirurgia Estetica del Viso
Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Contatta il Dr. Enrico Dondè
Telefono/WhatsApp/Telegram
email
Oppure compila il form di contatto
Clicca "Non sono un robot"
Informativa sulla Privacy
Ho preso visione dell’informativa privacy e ne ho compreso il contenuto. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e sensibili nei termini di Legge.
Torna su